tecnologia ultrasonica

pulizia ad ultrasuoni
teoria fondamentale e applicazione

pulizia ad ultrasuoni milano
Lain Electronic Srl è un'azienda di Corbetta, nella provincia di Milano, che nel corso del tempo si è saputa distinguere per le applicazioni della tecnologia per la pulizia ad ultrasioni.

La tecnologia della pulizia sta cambiando. Il vapore che sgrassa usando solventi clorinati e fluorinati, a lungo uno standard per la maggior parte delle industrie, sta per essere superato nell'interesse dell'ecologia del nostro pianeta. Allo stesso tempo, le richieste di pulizia stanno continuamente aumentando. La pulizia è diventata un importante problema per molte industrie come non lo era mai stato in passato.

Nelle industrie come quelle elettroniche dove la pulizia è sempre stata importante, è diventata piu' critica in favore della crescente tecnologia. Sembra che ogni passo avanti nella tecnologia richieda sempre una maggiore attenzione alla pulizia per il suo successo. Come risultato, l'industria della pulizia è stata sfidata a salvare le pulizie necessarie ed è stato possibile attraverso una rapida innovazione sul passato di molti anni.Molti di questi passi avanti hanno comportato l'uso della tecnologia ad ultrasuoni.

L'industria della pulizia è sempre in lotta per rimpiazzare i solventi sgrassanti con "mezzi amici" alternativi per la pulizia. Sebbene i sostituti a base acqua, semi acquosi e chimici basati sul petrolio siano adatti, sono spesso meno effettivi come pulitori che i solventi e possono non essere adeguati in alcune applicazioni a meno che un aumento della tensione dell'energia meccanica sia aggiunto per assicurare il livello di pulizia richiesto. L'energia ultrasonica è ora largamente usata nelle applicazioni di lavaggio critico sia per regolare la velocita' che per aumentare l'effetto delle chimiche alternative.

TEORIA DELLE ONDE SONORE

Per capire la meccanica degli ultrasuoni, è prima di tutto necessario avere una conoscenza di base delle onde sonore, come sono generate e come viaggiano attraverso un mezzo conduttore. Il dizionario definisce suono come la trasmissione di vibrazione attraverso un mezzo elastico che puo' essere solido, liquido o gassoso. Generazione di onda sonora - una onda sonora è prodotta quando uno spostamento solitario o a ripetizione è generato in un mezzo conduttore sonoro, come attraverso uno shock o un movimento vibratorio.
Lo spostamento dell'aria attraverso il cono di un altoparlante radio è un buon esempio di onde sonore vibratorie generate da un movimento meccanico. Poiché il cono dell'autoparlante si muove avanti e indietro, l'aria davanti al cono è alternativamente compressa e rarefatta per produrre onde sonore, che viaggiano attraverso la aria finchè non si dissipano. Probabilmente ci sono piu' familiari le onde sonore prodotte dal movimento meccanico alternato.
Ci sono anche onde sonore che sono create da un singolo caso Shock. Un esempio è il tuono che è generato quando l'aria istantaneamente cambia volume come risultato di una scarica elettrica (lampo). Un altro esempio di caso shock puo' essere il suono creato quando un'asse di legno che cade su un pavimento di cemento. Casi shock sono fonti di una singola onda compressa che irradia dalla sua fonte.

NATURA DELLE ONDE SONORE

Il diagramma in basso usa la molla a spirale piana per rappresentare le molecole individuali di un mezzo conduttore sonoro. Le molecole del mezzo sono influenzate dalle molecole adiacenti allo stesso modo in cui le molle a spirale piana si influenzano a vicenda. La fonte del suono nel modello è a sinistra. La compressione generata dalla fonte sonora si propaga come ogni molla a spirale piana adiacente spinge contro la sua vicina. E' importante notare che, sebbene l'onda viaggi da un'estremita' della spirale all'altra, le spirali individuali rimangono nella loro posizione relativa, essendo posizionate prima in un modo e poi nell'altro al passaggio dell'onda sonora. Come risultato, ogni spirale è prima parte di una compressione quando è schiacciata contro la spirale adiacente e poi parte di una rifrazione quando recede dalla spirale adiacente. Allo stesso modo, qualsiasi punto nel mezzo conduttore sonoro è alternativamente soggetto a compressione e poi a rarefazione. In un punto dell'area di compressione, la pressione nel mezzo è positiva. In un punto dell'area di rarefazione, la pressione nel mezzo è negativa.

CAVITAZIONE ED IMPLOSIONE

Nei mezzi elastici come l'aria e piu' solidi, c'è una continua transizione quando l'onda è trasmessa. Nei mezzi non elastici come l'acqua o piu' liquidi, c'è una continua transizione fino a che l'ampiezza o il "frastuono" del suono è relativamente basso. Quando l'ampiezza è aumentata, comunque, la grandezza della pressione negativa nelle aree di rarefazione diventa sufficiente per far si' che il liquido fratturi a causa della pressione negativa, causando un fenomeno conosciuto come cavitazione. Le bolle di cavitazione sono create nei luoghi di rarefazione quando il liquido frattura o si laceri a causa della pressione negativa dell'onda sonora nel liquido. Quando i fronti dell'onda passano, le bolle di cavitazione oscillano sotto l'influenza della pressione positiva, crescendo finalmente sino ad una taglia instabile. In fine, il violento collasso delle bolle di cavitazione risulta in una implosione, che causa onde shock che devono essere radiate dai luoghi del collasso. Il collasso e l'implosione di miriadi di bolle di cavitazione attraverso un liquido attivato risultano nell'effetto comunemente associato agli ultrasuoni. E' stato calcolato che temperature in eccesso di 10,000° F e pressioni in eccesso di 10,000 PSI sono generate dall'implosione nei luoghi delle bolle di cavitazione.

BENEFICI DEGLI ULTRASUONI

Il lavaggio nella maggior parte dei casi richiede che un contaminante sia dissolto ( come nel caso dello sporco solubile), rimosso ( come nel caso di uno sporco non solubile) o sia dissolto che rimosso ( come nel caso di particelle insolubili tenute da un legante solubile come l'olio o il grasso). L'effetto meccanico dell'energia ultrasonica puo' essere d'aiuto sia nel regolare la velocita' di dissoluzione sia nella rimozione delle particelle. Proprio come è benefico nel lavaggio, l'ultrasuono è anche benefico nel processo di risciacquo. Residui chimici del lavaggio sono rimossi velocemente e completamente dal risciacquo ultrasonico.
Nel rimuovere un contaminante attraverso dissoluzione, è necessario per il solvente venire in contatto con il contaminante e dissolverlo. L'attivita' di pulizia agisce solo nell'interfaccia tra la chimica di lavaggio e il contaminante.
Quando la chimica di lavaggio dissolve il contaminante, uno strato saturo si sviluppa nell'interfaccia tra la nuova chimica di lavaggio e il contaminante. Una volta che questo è accaduto, l'azione di pulizia finisce poichè l'azione della chimica satura non puo' piu' attaccare il contaminante.
La cavitazione ultrasonica e l'implosione rimuovono effettivamente lo strato saturo per permettere alla chimica nuova di venire in contatto con il contaminante rimasto per rimuoverlo. Questo è particolarmente benefico quando superfici irregolari o vicoli interni devono essere puliti.

VELOCITÀ DEGLI ULTRASUONI

Alcuni contaminanti sono composti di particelle insolubili vagamente attaccate e tenute in luogo da forze ioniche o coesive. Queste particelle necessitano solo di essere rimosse sufficientemente per rompere le forze attrattive che devono essere rimosse.
Cavitazione e implosione come risultato di una attività ultrasonica rimuovono i contaminanti vagamente attaccati come la polvere dalle superfici. Perché questo sia effettivo, è necessario che il mezzo di agganciamento sia capace di bagnare le particelle che devono essere rimosse.

Contaminanti complessi
I contaminanti possono anche, naturalmente, essere più complessi in natura, composti di sporchi combinati fatti di componenti sia solubili che insolubili. L'effetto degli ultrasuoni è sostanzialmente lo stesso in questi casi,quando l'agitazione meccanica aiuta la regolazione della velocità e allo stesso tempo la dissoluzione dei contaminanti solubili e la rimozione delle particelle insolubili. L'attività ultrasonica ha anche dimostrato di velocizzare o inibire l'effetto di molte reazioni chimiche. Questo è probabilmente causato soprattutto dagli alti livelli di energia creati quando alte pressioni e temperature sono create nei luoghi di implosione. È come se i risultati superiori raggiunti in molte operazioni di lavaggio ad ultrasuoni possano essere parzialmente attribuiti all'effetto sonochimico.

Un processo superiore
Nelle animazioni precedenti, la superficie della parte che deve essere pulita è stata rappresentata come una superficie piana. In realtà, le superfici sono raramente piane, spesso contengono colline, valli e circonvoluzioni di ogni tipo. L’animazione a destra mostra perché l’energia ultrasonica sia stata dimostrata essere più efficace nella pulizia che altre alternative, incluse il lavaggio spray, la spazzolatura, la turbolenza, l’agitazione aerea e persino elettro-pulitura in molte applicazioni. E’ anche specialmente notevole l’abilita’ dell’attività ultrasonica di penetrare e assistere il lavaggio delle superfici interne di parti complesse.

EQUIPAGGIAMENTO E GENERAZIONE ULTRASONICA

Equipaggiamento ultrasonico
Per introdurre l'energia ultrasonica in un sistema di lavaggio è necessario un trasduttore ultrasonico e una forza motrice ultrasonica o "generatore". Il generatore fornisce energia elettrica alla frequenza ultrasonica desiderata. Il trasduttore ultrasonico converte l'energia elettrica dal generatore ultrasonico a vibrazioni meccaniche.

Generatore ultrasonico

Il generatore ultrasonico converte energia elettrica da dalla linea che è tipicamente corrente alternata a 50 o 60 Hz a energia elettrica alla frequenza ultrasonica. Questo è compiuto in molti modi da varie industrie di equipaggiamento ultrasonico. I generatori ultrasonici di corrente hanno uno stato solido tecnologico.
Ci sono state molte recenti innovazioni nella tecnologia dei generatori ad ultrasuoni che possono aumentare l'efficacia degli equipaggiamenti di pulizia ad ultrasuoni. Questi includono output di onde quadre, che lentamente o rapidamente pulsano l'energia ultrasonica a intervalli e modulano o "estendendo in linea curva" la frequenza dell'output del generatore attorno la frequenza centrale operante. I generatori ad ultrasuoni piu' avanzati hanno condizioni in grado di aggiustare una varieta' di parametri di output per personalizzare l'output dell'energia ultrasonica per il compito.

Output di onda quadra

Applicando un segnale di onda quadra a un trasduttore ultrasonico risulta in un output acustico ricco di armoniche. Il risultato è un sistema di pulizia multifrequenza che vibra simultaneamente a differenti frequenze che sono armoniche della frequenza fondamentale. L'operazione multifrequenza offre il beneficio di tutte le frequenze combinate in una singola vasca di lavaggio ad ultrasuoni.

Impulso
Nell'operazione di impulso, l'energia ultrasonica è accesa e spenta ad un ritmo che puo' variare da uno ogni parecchi secondi a parecchie centinaia di volte per secondo.

SWEEP DI FREQUENZA

Nelle operazioni di sweep, la frequenza di output del generatore ultrasonico è modulata attorno la frequenza centrale che puo' aggiustarsi da sola. Vari effetti sono prodotti dal cambiamento di velocita' e magnitudo della modulazione di frequenza. La frequenza puo' essere modulata da una volta ogni parecchi secondi a parecchie centinaia di volte per secondo con la grandezza di variazione che si estende da parecchi hertz a parecchi kilohertz. Lo sweep puo' essere usato per prevenire danni alle parti estremamente delicate o per ridurre gli effetti delle onde che si trovano nelle vasche di lavaggio. L'operazione di sweep puo' essere anche estremamente utile nel facilitare la cavitazione di terpeni e chimiche basate sul petrolio. Una combinazione dell'operazione di impulso e sweep puo' produrre risultati persino migliori quando la cavitazione di terpeni e chimiche basate sul petrolio è richiesta.

Frequenza e ampiezza
La frequenza e l'ampiezza sono proprieta' delle onde sonore. L'animazione sotto mostra la frequenza e l'ampiezza usando il modello a spirale introdotto precedentemente. Se A è l'onda sonora di base, B con meno spostamento dei mezzi ( una compressione e rarefazione meno intensa) quando passa il fronte dell'onda, rappresenta un'onda sonora di minore ampiezza o "frastuono". C rappresenta un'onda sonora di piu' alta frequenza indicata da piu' fronti d'onda che passanti un punto dato entro un periodo di tempo.

TRANSDUTTORE MAGNETOSTRITTIVO

I trasduttori magnetostrittivi utilizzano il principio della magnetostrizione in cui certi materiali si espandono e contraggono quando messi in un campo magnetico alternato.
L'energia elettrica alternata dal generatore ultrasonico è prima convertita in un campo magnetico alternato attraverso l'uso di una spirale di un filo metallico. Il campo magnetico alternato è poi usato per indurre vibrazioni meccaniche a frequenza ultrasonica in strisce risonanti di nichel o altro materiale magnetostrittivo che sono attaccati alla superficie per essere vibrati. Poiché i materiali magnetostrittivi si comportano allo stesso modo di un campo magnetico di altra polarita', la frequenza dell'energia elettrica applicata al trasduttore è di 1/2 della frequenza dell'output desiderata. I trasduttori magnetostrittivi forniscono prima di tutto una robusta fonte di vibrazioni ultrasoniche per applicazioni ad alto potere come il lavaggio ad ultrasuoni.
A causa delle costrizioni meccaniche inerenti sulla taglia fisica dell'hardware come anche complicazioni elettriche e magnetiche, i trasduttori ad alto potere magnetostrittivo operano spesso a frequenze oltre i 20 KHz. I trasduttori piezoelettrici, al contrario, possono operare bene nella gamma dei megahertz. I trasduttori magnetostrittivi sono generalmente meno efficienti di quelli piezoelettrici. Questo è dovuto principalmente al fatto che il trasduttore magnetostrittivo richiede una doppia conversione di energia da elettrica a magnetica e poi da magnetica a meccanica. Un po' di efficienza viene persa in ogni conversione. Effetti magnetici isteresi diminuiscono anche l'efficienza del trasduttore magnetostrittivo.

TRANSDUTTORE PIEZOELETTRICO

I trasduttori piezoelettrici convertono l'energia elettrica alternata direttamente in energia meccanica attraverso l'uso dell'effetto piezoelettrico in cui ceri materiali cambiano dimensione se una carica elettrica è applicata agli stessi.
L'energia elettrica a frequenza ultrasonica è fornita al trasduttore dal generatore ultrasonico. Questa energia elettrica è applicata all'elemento-i piezoelettrico nel trasduttore che vibra. Queste vibrazioni sono amplificate dalle masse risonanti del trasduttore e dirette al liquido attraverso il piatto che irradia. Prima i trasduttori piezoelettrici utilizzavano materiali piezoelettrici come cristalli di quarzo naturale e titanato di bario che erano fragili e instabili. I trasduttori di oggi incorporano materiali piezoelettrici piu' forti, piu' efficienti e altamente stabili che furono sviluppati come risultato degli sforzi della marina US e della sua ricerca di sviluppare avanzati sonar transponder nel 1940. la grande maggioranza di trasduttori usati oggi per la pulizia ad ultrasuoni utilizzano gli effetti piezoelettrici.

EQUIPAGGIAMENTO DI PULIZIA AD ULTRASUONI

L'equipaggiamento per la pulizia ad ultrasuoni varia dalle piccole unita' da tavolo spesso trovate negli studi dentistici o negozi di gioielleria a enormi sistemi con capacita' di parecchi migliaia di galloni usati in una varieta' di applicazioni industriali. La selezione o il disegno di un equipaggiamento adatto è dominante nel successo tutte le applicazioni di pulitura ad ultrasuoni.
L'applicazione piu' semplice puo' richiedere solo un semplice pulitore di vasca riscaldato con risciacquatura da essere fatto in un lavandino o in un contenitore separato. I sistemi di lavaggio piu' sofisticati includono una o piu' risciacquate, vasche di processo aggiuntive e asciugatori ad aria calda. L'automazione è spesso aggiunta per ridurre il lavoro e garantire la consistenza del processo.
Le installazioni piu' grosse utilizzano trasduttori ultrasonici immergibili che possono essere montati sui lati o sul fondo delle vasche di lavaggio quasi ogni taglia. I trasduttori ultrasonici immergibili offrono la massima flessibilita' e tranquillita' di installazione e servizio.
Piccoli, autofrenanti pulitori sono usati negli studi medici e nei negozi di gioielleria.
Sistemi di lavaggio di vasca riscaldati sono usati nei laboratori e per necessita' di lavaggio di piccoli lotti.

MASSIMIZZAZIONE DEL PROCESSO DI PULITURA

Parametri di processo
L'applicazione effettiva di un processo di pulizia ad ultrasuoni richiede la considerazione di diversi parametri. Mentre tempo, temperatura e chimica rimangono importanti come nelle altre tecnologie di lavaggio, ci sono altri fattori che devono essere considerati per massimizzare l'efficacia del processo. Specialmente importanti sono quelle variabili che riguardano l'intensita' della cavitazione ultrasonica nel liquido.

Massimizzazione di cavitazione
La massimizzazione di cavitazione del liquido di lavaggio è ovviamente molto importante per il successo del processo di pulizia ultrasonica. Molte variabili influenzano l'intensità' di cavitazione.
Temperatura è il singolo parametro più importante da essere considerato nella massimizzazione dell'intensità' di cavitazione. Questo perché tante proprietà dei liquidi che influenzano l'intensità' di cavitazione, sono relativi alla temperatura. I cambiamenti della temperatura risultano in cambiamenti di viscosità, la solubilità del gas nel liquido, la percentuale diffusione dei gas dissolti nel liquido, e la pressione del vapore, ogni uno influenza l'intensità' di cavitazione. Nell'acqua pura, l'effetto di cavitazione è massimizzato a circa 160° F.
La viscosità del liquido deve essere minimizzata per il massimo effetto di cavitazione. I liquidi viscosi sono lenti e non rispondono abbastanza velocemente per formare bolle di cavitazione e un'implosione violenta. La viscosità della maggior parte dei liquidi è ridotta quando la temperatura aumenta.
Per la maggior parte delle cavitazioni effettive, il liquido di pulizia deve contenere la minor quantità possibile di gas dissolto. Il gas dissolto nel liquido è rilasciato durante le fase di crescita della bolla di cavitazione e ostacola la sua violenta implosione che è necessaria per l'effetto ultrasonico desiderato. L'ammontare del gas dissolto nel liquido è ridotta quando la temperatura del liquido è aumentata.
La diffusione percentuale dei gas dissolti nel liquido è aumentata alle alte temperature. Questo significa che il liquido alle più alte temperature rilascia gas dissolti più prontamente che quelli alle più basse temperature, il che aiuta a minimizzare l'ammontare dei gas dissolti nel liquido.
Un moderato aumento della temperatura del liquido lo porta più vicino alla sua pressione di vapore, cio' significa che la cavitazione vaporosa è più facilmente raggiunta. La cavitazione vaporosa, in cui le bolle di cavitazione sono riempite di il vapore del liquido di cavitazione, è la forma più reale di cavitazione. Quando la temperatura di ebollizione è vicina, comunque, l'intensità' di cavitazione è ridotta quando il liquido comincia a bollire nei luoghi di cavitazione.
L'intensità' di cavitazione è direttamente collegata al potere ultrasonico ai livelli di potere generalmente usati nei sistemi di lavaggio ultrasonici. Quando il potere aumenta sostanzialmente oltre la soglia di cavitazione, l'intensità' di cavitazione si livella e può essere solo aumentata ulteriormente attraverso l'uso di tecniche di messa a fuoco. L'intensità' di cavitazione è inversamente collegata alla frequenza ultrasonica. Quando la frequenza ultrasonica aumenta, l'intensità' di cavitazione viene ridotta a causa della taglia più piccola delle bolle di cavitazione e la loro risultante implosone meno violenta. La riduzione dell'effetto di cavitazione alle frequenze più alte può essere superato dall'aumento del potere ultrasonico.

DISSOLUZIONE MINIMA DI GAS

Durante la porzione di pressione negativa dell'onda sonora, il liquido è lacerato e le bolle di cavitazione cominciano a formarsi. Quando la pressione negativa si sviluppa all'interno delle bolle, i gas dissolti nel liquido capitante cominciano a propagarsi oltre il limite nelle bolle. Quando la pressione negativa è ridotta dovuto al passaggio della porzione di rarefazione dell'onda sonora e la pressione atmosferica è raggiunta, le bolle di cavitazione cominciano a collassate per la loro stessa tensione di superficie. Durante la porzione di compressione dell'onda sonora, tutti i gas diffusi nelle bolle sono compressi e in fine cominciano a diffondersi di nuovo attraverso il limite per rientrare nel liquido. Questo processo, comunque, non è mai completo poiche' le bolle contengono gas da quando la diffusione fuori dalla bolla non comincia sino a quando la bolla non è compressa. E una volta che la bolla è compressa, la superficie del limite disponibile è ridotta. Come risultato, le bolle di cavitazione formate nel liquido, contengono gas che non collassa sempre in implosione ma piuttosto risulta in piccole tasche di gas compresso nel liquido. Questo fenomeno puo' essere utile nei liquidi degassanti. Le piccole bolle di gas si uniscono insieme sino a diventare sufficientemente galleggianti per arrivare alla superficie del liquido.

MASSIMIZZAZIONE DELL' EFFETTO PROCESSO DI PULITURA

La selezione chimica del lavaggio è estremamente importante per il successo completo del processo di lavaggio ultrasonico. La chimica selezionata deve essere compatibile con il metallo di base che deve essere pulito e ha la capacita' di rimuovere gli sporchi che sono presenti. Deve anche cavitare bene. La maggior parte delle chimiche di pulizia puo' essere usto soddisfacentemente con gli ultrasuoni. Alcuni sono formulati soprattutto per l'uso di ultrasuoni. Comunque, evitate le formulazioni non-spumose normalmente usate per le applicazioni di lavaggio spray. Le formulazioni altamente bagnate sono preferite. Molti dei nuovi pulitori a petrolio, come quei pulitori a petrolio e a base semi-acquosa, sono compatibili con gli ultrasuoni. L'uso di queste formulazioni puo' richiedere alcune considerazioni di equipaggiamento speciali., incluso l'aumento del potere ultrasonico, per essere efficace.

La temperatura era stata menzionata precedentemente come essere importante per raggiungere la massima cavitazione. L'efficacia è anche collegata alla temperatura. Sebbene l'effetto di cavitazione è massimizzato nell'acqua pura a una temperatura di circa 70° C, un ottimo lavaggio è spesso visibile a temperature piu' alte o piu' basse a causa dell'effetto che la temperatura ha sulla chimica di lavaggio. Come regola generale, ogni chimica si comportera' meglio alla sua temperatura di processo raccomandata incurante dell'effetto della temperatura sugli ultrasuoni. Per esempio, sebbene il massimo effetto ultrasonico è raggiunto a 70° C, pulitori altamente piu' caustici sono usati a temperature da 80° C a 90° C perché l'effetto chimico è aumentato dalla temperatura aggiunta. Altri pulitori possono decomporsi e perdere la loro efficacia se usati a temperature in eccesso tanto basse quanto 60° F. il miglior modo è di usare una chimica alla sua temperatura massima raccomandata non superando i 90 ° F.

La degassazione delle soluzioni di pulizia è estremamente importante nel raggiungimento di risultati di pulizia soddisfacenti. Le soluzioni fresche o soluzioni che si sono raffreddate devono essere degassate prima di procedere con la pulitura. La degassazione è fatta dopo che la chimica è stata aggiunta ed è compiuto dall'energia ultrasonica operante e dell'aumento della temperatura della soluzione. Il tempo richiesto per degassare varia considerabilmente, è basato sulla capacita' della vasca e dalla temperatura della soluzione, e puo' variare da parecchi minuti per piccole vasche a un'ora o piu' per vasche grosse. Una vasca non riscaldata puo' richiedere parecchie ore per degassare. La degassazione è completa quando le piccole bolle di gas non salgono piu' sulla superficie del liquido e un esempio di increspature puo' essere visto.

Il potere ultrasonico rilasciato alla vasca di lavaggio deve essere adeguato per cavitare l'intero volume del liquido con il carico di lavoro in luogo. Watts per gallone è un'unita' di misura spesso usata per misurare il livello del potere ultrasonico nella vasca di lavaggio. Quando il volume della vasca è aumentato, il numero di Watts per gallone richiesto per raggiungere la performance richiesta è ridotto. Le parti del lavaggio che sono molto massicce o che hanno un alto rapporto di superficie a far massa possono richiedere un potere ultrasonico addizionale. Un potere ultrasonico eccessivo puo' causare erosione di cavitazione o "bruciatura" delle parti metalliche leggere. Se una vasta varieta' di parti deve essere pulita in un singolo sistema di lavaggio, un controllo del potere ultrasonico è raccomandato per permettere di aggiustare il potere come richiesto dalle varie necessita' di lavaggio.Una esposizione parziale per sia per il lavaggio chimico che per l'energia ultrasonica è importante per un lavaggio effettivo. Fare attenzione che tutte le aree delle parti che devono essere lavate siano inondate dal liquido di pulizia. Parti, cestelli e apparecchiature devono essere modellate per permettere la penetrazione dell'energia ultrasonica e per posizionare le parti assicurandosi che siano esposte all'energia ultrasonica. È spesso necessario mettere su una rastrelliera le parti individualmente in una orientazione specifica o ruotarli durante il processo di lavaggio per pulire i passaggi interni e buchi ciechi.

Conclusione. Propriamente utilizzata, l'energia ultrasonica puo' contribuire in modo significativo alla regolazione della velocita' e all'efficacia di molti processi di lavaggio a immersione e risciacquo. È specialmente benefico nell'aumentare l' efficacia delle chimiche di pulizia semi acquose preferite ai giorni nostri e, in fatti, è necessaria in molte applicazioni per raggiungere il livello di pulizia desiderato. Con gli ultrasuoni, le chimiche acquose possono spesso dare risultati che superano quelli precedentemente raggiunti con i solventi. Gli ultrasuoni non sono una tecnologia del futuro -- è piuttosto una tecnologia dei giorni nostri.

Contattate l'azienda per informazioni

info & contatti

LINE-ELECTRONIC SRL

Via Borletti, 20 -
20011 CORBETTA (MI)

Mail: info@lain-electronic.com
Tel: 02 97273258



Visualizza mappa ingrandita
Torna su